fbpx
rinoplastica-settoplastica-trattamento-chirurgia-estetica

Chirurgia Estetica

Lifting viso

Il Lifting viso è un intervento di chirurgia estetica praticato per correggere l'invecchiamento della pelle e il rilassamento cutaneo e muscolare del volto.

Blefaroplastica

La Blefaroplastica è l'intervento di chirurgia estetica destinato a ringiovanire lo sguardo intervenendo sui difetti estetici più frequenti delle palpebre.

Rinoplastca/Settoplastica

La rinoplastica è l'intervento che corregge i difetti della forma o delle dimensioni del naso.Quando, oltre al difetto estetico, coesiste una difficoltà respiratoria, durante lo stesso intervento viene eseguita anche una 'settoplastica' ovvero la chirurgia del setto nasale.

Otoplastica

L'otoplastica è l'intervento di chirurgia plastica utilizzato quando il padiglione auricolare è eccessivamente prominente e l'aspetto del volto nel suo complesso ne risulta alterato.

Earfold

L'Earfold è la soluzione mini invasiva che Alessandro Gualdi utilizza e propone per primo in Italia ai suoi pazienti per risolvere ambulatorialmente il problema delle cosiddette 'orecchie a sventola'.

Mentoplastica

La mentoplastica è l'intervento di chirurgia estetica per aumentare il volume del mento o correggerne la forma.

Permalip

Permalip, in tema di chirurgia plastica delle labbra, è oggi la risposta più avanzata sicura ed efficace per aumentare il volume delle labbra in maniera indolore e con risultati naturali e permanenti.

Liplift

Procedura chirurgica che risolve i difetti di forma del labbro superiore attraverso un'incisione nella piega naturale sotto al naso, tra naso e parte cutanea del labbro superiore.

Lifting collo

Il lifting del collo è un intervento di chirurgia plastica estetica che corregge l'invecchiamento e il rilassamento cutaneo e muscolare del collo.

Chirurgia degli zigomi

Il riempimento o l'aumento di volume degli zigomi si può raggiungere con un intervento di chirurgia estetica mediante l'introduzione per via endorale o palpebrale di protesi biocompatibili permanenti di varie forme e misure o lipofilling, con grasso prelevato da altra sede corporea.

Lipofilling

Il lipofilling è un intervento dedicato a riposizionare il grasso nelle zone in cui manca, come labbra, zigomi e seno.

Liposuzione

La liposuzione, o liposcultura, è un intervento chirurgico dedicato a rimuovere 'senza lasciare cicatrici visibili' il grasso localizzato e resistente alla dieta in zone corporee.

Criolipolisi

La criolipolisi è dedicata a risolvere il grasso residente in alcuni pazienti connotati da alcuni tratti comuni. è la soluzione definitiva alle aree di grasso localizzate che non giustificano una procedura chirurgica.

Ginecomastia

La ginecomastia è dedicata a permettere il ridimensionamento della mammella maschile.

Mastoplastica
Mastopessi

La mastoppessia è una tecnica che consente di riposizionare un seno caduto che ha perso tono e volume riportandolo nella sua posizione originaria migliorandone consistenza e forma.

Rinoplastica e settoplastica

chirurgia estetica

La rinoplastica è l’intervento che corregge i difetti della forma o delle dimensioni del naso.
Quando, oltre al difetto estetico, coesiste una difficoltà respiratoria, durante lo stesso intervento viene eseguita anche una “settoplastica” ovvero la chirurgia del setto nasale.
Nella rinoplastica è importante valutare la forma del nuovo naso nel contesto del viso per evitare risultati innaturali e poco estetici.
Le incisioni vengono effettuate nella mucosa (parte interna del naso), rendendo le cicatrici invisibili, solo in rari casi viene effettuata un’incisione cutanea esterna sulla collumella (la parte del naso che confina con il labbro).
Non esiste un naso standard valido per ogni volto, la correzione progettata deve inserirsi nel contesto del volto e nelle proporzioni in esso presenti.
Il nuovo profilo deve tener conto

  • dei desideri del paziente
  • della struttura anatomica
  • delle dimensioni della fronte e del mento (profiloplastica)

Il programma operatorio della rinoplastica o della settoplastica si basa sull’osservazione diretta e sulle variazioni grafiche eseguite direttamente sulle fotografie a stampa o mediante programmi computerizzati.
Ciò permette al chirurgo estetico di valutare l’entità della correzione ed i punti più importanti ed al paziente di valutare l’ipotesi di lavoro basata su le reali possibilità correttive.
Un altro elemento importante nella valutazione pre-operatoria della rinoplastica è lo spessore della pelle. Soprattutto a livello della punta del naso, una pelle spessa in questa sede non consente di ottenere una punta sottile per quanto il chirurgo si impegni.

TECNICHE OPERATORIE

Per l’intervento di rinosettoplastica è giusto distinguere due differenti tecniche operatorie: quella definita “chiusa” e quella definita “aperta”

RINOPLASTICA CHIUSA

La tecnica chiusa è preferita, dove tutte le incisioni sono all’interno delle narici.
L’intervento si effettua modificando le strutture solide del naso e l’impalcatura osteo-cartillaginea, in questo modo il mantello cutaneo si “adegua” al risultato generale desiderato
É giusto distinguere due strutture su cui si può intervenire:

  • Dorso
  • Punta

Per correggere il dorso (nella maggior parte dei casi) è necessario asportare il gibbo (gobba), rimuovendo l’eccesso di osso e cartilagine che lo costituiscono. In questo caso la rimozione deve essere “morbida”, a vantaggio di un risultato più naturale possibile.
Per la punta bisogna intervenire sulle due strutture che costituiscono le narici: le cartilagini alari.
Si procede modellandole per rimuovere l’eventuale eccesso (se presente), oppure con adeguati accorgimenti, si può intervenire sulla proiezione (lunghezza del naso), diminuendola o aumentandola.
La tecnica chiusa non produce cicatrici esterne visibili e una volta rimosso il gesso, dopo circa una settimana, a parte il naturale gonfiore e eventuali ecchimosi non lascia tracce dell’intervento.

RINOPLASTICA APERTA

La tecnica aperta si effettua incidendo la struttura in mezzo alle due narici (columella), ribaltando il mantello cutaneo e portando alla luce le strutture ossee e cartilaginee, in particolare della punta.
La tecnica aperta comunque residua in una piccola cicatrice sulla columella e i punti devono essere rimossi dopo una settimana, la cicatrice tende con il tempo a scomparire.

Rinoplastica e settoplastica

chirurgia estetica

La rinoplastica è l’intervento che corregge i difetti della forma o delle dimensioni del naso.
Quando, oltre al difetto estetico, coesiste una difficoltà respiratoria, durante lo stesso intervento viene eseguita anche una “settoplastica” ovvero la chirurgia del setto nasale.
Nella rinoplastica è importante valutare la forma del nuovo naso nel contesto del viso per evitare risultati innaturali e poco estetici.
Le incisioni vengono effettuate nella mucosa (parte interna del naso), rendendo le cicatrici invisibili, solo in rari casi viene effettuata un’incisione cutanea esterna sulla collumella (la parte del naso che confina con il labbro).
Non esiste un naso standard valido per ogni volto, la correzione progettata deve inserirsi nel contesto del volto e nelle proporzioni in esso presenti.
Il nuovo profilo deve tener conto

  • dei desideri del paziente
  • della struttura anatomica
  • delle dimensioni della fronte e del mento (profiloplastica)

Il programma operatorio della rinoplastica o della settoplastica si basa sull’osservazione diretta e sulle variazioni grafiche eseguite direttamente sulle fotografie a stampa o mediante programmi computerizzati.
Ciò permette al chirurgo estetico di valutare l’entità della correzione ed i punti più importanti ed al paziente di valutare l’ipotesi di lavoro basata su le reali possibilità correttive.
Un altro elemento importante nella valutazione pre-operatoria della rinoplastica è lo spessore della pelle. Soprattutto a livello della punta del naso, una pelle spessa in questa sede non consente di ottenere una punta sottile per quanto il chirurgo si impegni.

TECNICHE OPERATORIE

Per l’intervento di rinosettoplastica è giusto distinguere due differenti tecniche operatorie: quella definita “chiusa” e quella definita “aperta”

RINOPLASTICA CHIUSA

La tecnica chiusa è preferita, dove tutte le incisioni sono all’interno delle narici.
L’intervento si effettua modificando le strutture solide del naso e l’impalcatura osteo-cartillaginea, in questo modo il mantello cutaneo si “adegua” al risultato generale desiderato
É giusto distinguere due strutture su cui si può intervenire:

  • Dorso
  • Punta

Per correggere il dorso (nella maggior parte dei casi) è necessario asportare il gibbo (gobba), rimuovendo l’eccesso di osso e cartilagine che lo costituiscono. In questo caso la rimozione deve essere “morbida”, a vantaggio di un risultato più naturale possibile.
Per la punta bisogna intervenire sulle due strutture che costituiscono le narici: le cartilagini alari.
Si procede modellandole per rimuovere l’eventuale eccesso (se presente), oppure con adeguati accorgimenti, si può intervenire sulla proiezione (lunghezza del naso), diminuendola o aumentandola.
La tecnica chiusa non produce cicatrici esterne visibili e una volta rimosso il gesso, dopo circa una settimana, a parte il naturale gonfiore e eventuali ecchimosi non lascia tracce dell’intervento.

RINOPLASTICA APERTA

La tecnica aperta si effettua incidendo la struttura in mezzo alle due narici (columella), ribaltando il mantello cutaneo e portando alla luce le strutture ossee e cartilaginee, in particolare della punta.
La tecnica aperta comunque residua in una piccola cicatrice sulla columella e i punti devono essere rimossi dopo una settimana, la cicatrice tende con il tempo a scomparire.

Chirurgia Estetica

Lifting viso

Il Lifting viso è un intervento di chirurgia estetica praticato per correggere l'invecchiamento della pelle e il rilassamento cutaneo e muscolare del volto.

Blefaroplastica

La Blefaroplastica è l'intervento di chirurgia estetica destinato a ringiovanire lo sguardo intervenendo sui difetti estetici più frequenti delle palpebre.

Rinoplastca/Settoplastica

La rinoplastica è l'intervento che corregge i difetti della forma o delle dimensioni del naso.Quando, oltre al difetto estetico, coesiste una difficoltà respiratoria, durante lo stesso intervento viene eseguita anche una 'settoplastica' ovvero la chirurgia del setto nasale.

Otoplastica

L'otoplastica è l'intervento di chirurgia plastica utilizzato quando il padiglione auricolare è eccessivamente prominente e l'aspetto del volto nel suo complesso ne risulta alterato.

Earfold

L'Earfold è la soluzione mini invasiva che Alessandro Gualdi utilizza e propone per primo in Italia ai suoi pazienti per risolvere ambulatorialmente il problema delle cosiddette 'orecchie a sventola'.

Mentoplastica

La mentoplastica è l'intervento di chirurgia estetica per aumentare il volume del mento o correggerne la forma.

Permalip

Permalip, in tema di chirurgia plastica delle labbra, è oggi la risposta più avanzata sicura ed efficace per aumentare il volume delle labbra in maniera indolore e con risultati naturali e permanenti.

Liplift

Procedura chirurgica che risolve i difetti di forma del labbro superiore attraverso un'incisione nella piega naturale sotto al naso, tra naso e parte cutanea del labbro superiore.

Lifting collo

Il lifting del collo è un intervento di chirurgia plastica estetica che corregge l'invecchiamento e il rilassamento cutaneo e muscolare del collo.

Chirurgia degli zigomi

Il riempimento o l'aumento di volume degli zigomi si può raggiungere con un intervento di chirurgia estetica mediante l'introduzione per via endorale o palpebrale di protesi biocompatibili permanenti di varie forme e misure o lipofilling, con grasso prelevato da altra sede corporea.

Lipofilling

Il lipofilling è un intervento dedicato a riposizionare il grasso nelle zone in cui manca, come labbra, zigomi e seno.

Liposuzione

La liposuzione, o liposcultura, è un intervento chirurgico dedicato a rimuovere 'senza lasciare cicatrici visibili' il grasso localizzato e resistente alla dieta in zone corporee.

Criolipolisi

La criolipolisi è dedicata a risolvere il grasso residente in alcuni pazienti connotati da alcuni tratti comuni. è la soluzione definitiva alle aree di grasso localizzate che non giustificano una procedura chirurgica.

Ginecomastia

La ginecomastia è dedicata a permettere il ridimensionamento della mammella maschile.

Mastoplastica
Mastopessi

La mastoppessia è una tecnica che consente di riposizionare un seno caduto che ha perso tono e volume riportandolo nella sua posizione originaria migliorandone consistenza e forma.