Filler acido ialuronico

ringiovanire la pelle

Il trattamento filler acido ialuronico viene effettuato dal dott. Alessandro Gualdi nel suo studio di Milano in Piazzale Biancamano nei casi di necessità di distendere e ringiovanire la pelle mediante  volumizzazione ed elasticizzazione dei tessuti per trattare rughe, depressioni o per modificarne i volumi.

I Filler potranno essere “transitori” o “permanenti”.
I filler transitori, sono quelli il cui effetto cosmetico-clinico cessa dopo qualche tempo; mentre i filler permanenti, sono tutti quelli che rimangono, ove iniettati, per tutta la vita.

La scelta del filler da utilizzare, quindi, dovrà essere molto accurata così come fortemente personalizzato l’impianto, per la soddisfazione del paziente e per l’efficacia del trattamento eseguito.

Il Filler ideale per il dott. Alessandro Gualdi è quello che consente di ottenere:

  • massimo risultato
  • massima durata
  • massima sicurezza
  • minimo traumatismo

Ciò trova in genere riscontro nei filler acido ialuronico che rappresentano infatti la quota di filler maggiormente utilizzati al mondo.

Filler Acido ialuronico: i più utilizzati al mondo

L’acido jaluronico è un polisaccaride, cioè uno zucchero, presente in forma identica in tutte le specie animali, cioè con una struttura chimica identica sia che si trovi nei batteri o negli esseri umani. Nell’uomo è un componente del tessuto connettivo distribuito nella pelle, nella cartilagine, nel cordone ombelicale, nei tendini e nelle pareti dell’aorta. E’ inoltre il principale responsabile dell’idratazione cutanea grazie alla sua proprietà di richiamare liquidi.
La concentrazione di acido ialuronico diminuisce con l’avanzare dell’età causando l’indebolimento della pelle e la formazione di rughe.

Essendo quindi chimicamente identico in tutte le specie e in tutti i tipi di tessuto, l’acido ialuronico è da considerarsi una sostanza biocompatibile e biodegradabile; una molecola cioè non riconosciuta estranea dall’organismo ed in grado di essere progressivamente e naturalmente riassorbita sino a scomparire in un arco di tempo variabile.
L’acido ialuronico non è quindi da considerarsi un filler permanente: il prodotto viene progressivamente metabolizzato e successivamente riassorbito dall’organismo con tempi piuttosto variabili sulla base di caratteristiche proprie del prodotto e proprie del paziente e dalla posizione di impianto.
Una caratteristica propria del filler all’acido ialuronico è di inserirsi agevolmente nei tessuti nei quali viene iniettato e di riempirli in modo decisamente naturale.

A seconda della densità del particolare acido ialuronico utilizzato, il filler acido ialuronico verrà inserito più o meno superficialmente e con finalità riempitive o volumizzanti.

Filler: indicazioni d’uso

I filler acido ialuronico permettono di trattare efficacemente:

  1. solchi nasogenieni
  2. solchi ai lati della bocca (rughe della marionetta)
  3. cicatrici depresse
  4. labbra sottili e mal definite
  5. zigomi poco pronunciati
  6. rughe del volto

Filler acido ialuronico: sicurezza del trattamento

L’acido ialuronico è sicuro e con scarsi effetti collaterali transitori: tra i più comuni possono presentarsi eritemi, prurito, ematomi risolvibili nell’arco di 24-72 ore; In casi più rari si segnalano nodularità che possono essere risolte con dei semplici massaggi.
La sensazione di dolore e fastidio variano a seconda della zona trattata e dalla sensibilità individuale.

Il filler acido ialuronico è sconsigliato nei seguenti casi:

  • Soggetti atopici e ipersensibilità a componenti presenti nei preparati
  • Patologie autoimmuni
  • Gravidanza ed allattamento
  • Dermatiti virali o batteriche
  • Predisposizioni a reazioni cheolidee
  • Endocarditi o angina cronica
  • Patologie psichiatriche accertate

E’ necessario informare il medico di eventuali trattamenti eseguiti in precedenza con altri filler e è consigliato evitare il trucco sulle aree trattate per un periodo di tempo che va dalle 48 alle 72 ore.

Filler e visibilità dei risultati

I risultati sono immediatamente visibili e i filler hanno una durata variabile da ciascun individuo di 6-10 mesi.
La pelle appare più liscia e tonica e i volumi sono più definiti, le rughe si attenuano, rendendo un aspetto più giovane.
E’ necessario sottolineare come i risultati dipendano dalla condizione di partenza del paziente, ma è comunque possibile effettuare dei ritocchi nei mesi successivi.

Va da sè che I risultati finali non possono essere paragonati a quelli che si otterrebbero con la chirurgia estetica convenzionale, ma i filler possono regalare grandi soddisfazioni ai pazienti che presentano le giuste indicazioni e vengono trattati da medici esperti nell’utilizzo dell’acido ialuronico.

Acido ialuronico, SOMMINISTRAZIONE

L’operatore procede alla distribuzione del filler a base di acido ialuronico alle profondità e quantità progettate.

Il filler si esegue in ambulatorio e ha una durata di circa 20 minuti.

Attraverso aghi sottilissimi viene introdotto il gel a correggere l’inestetismo. Oltre all’utilizzo di aghi che permettono l’inserimento del filler in boli o linee, possono essere impiegate delle piccole cannule, in modo di evitare il traumatismo dovuto alla punta tagliente dell’ago e riducendo il rischio di provocare lividi; La cannula ha infatti una punta arrotondata che permette di distribuire il prodotto in varie direzione senza tagliare i tessuti, ma limitandosi a divaricarli. Muovendo la cannula nelle varie direzioni si creano dei piccoli tunnel nel contesto del tessuto, nei quali si va a depositare l’acido ialuronico ottenendo un effetto naturale di riempimento.La somministrazione del filler gel può essere effettuata in un unico bolo, in boli ripetuti, con tecnica lineare retrograda oppure a ventaglio a seconda delle esigenze.

Con le dita della mano controlaterale il medico valuta palpatoriamente la quantità di gel iniettato e la sede in cui si è disposto.
Al termine dell’impianto, il medico siede il paziente a busto eretto e valuta il grado di correzione raggiunto
Una o più ulteriori iniezioni, se necessarie, correggono gli eventuali difetti di riempimento o di correzione estetica della rugosità.

MASSAGGIO

Al fine di ottenere una corretta distribuzione dell’acido ialuronico e di valutare con maggiore attenzione il risultato ottenuto, il medico massaggia tra due dita o comprimendo nella sede dell’impianto.
Il massaggio serve a distribuire in modo più omogeneo il filler e a donare un aspetto più naturale alla correzione ottenuta.
In questa fase inoltre si asciugano eventuali gocce di sangue e si disinfetta ulteriormente la zona.

RITORNO AL SOCIALE IMMEDIATO

E’ possibile che dopo il trattamento con il filler acido ialuronico la zona trattata pruda o sia leggermente fastidiosa o formicolante.
È importante evitare di toccarla con le mani prima di una loro accurata detersione.

Resta sconsigliabile il trucco per almeno 6 ore nella zona del trattamento e non sottoporsi a lampade solari o all’esposizione intensa al sole prima di 2 giorni e assicurarsi che non vi siano ecchimosi.
Nel caso attendere il completo riassorbimento delle stesse per evitare una pigmentazione permanente residua.

 

SE VUOI UNA INDICAZIONE SULL’OPPORTUNITÀ DI ADOTTARE UNA CONTROMISURA RAGIONATA PER UNA TUA PROBLEMATICA

CHIAMACI

PER FISSARE UNA VISITA

 

  • farmaci: è consigliabile sospendere l’assunzione dei farmaci anti-infiammatori (come Aspirina*, Aulin*, Aspirinetta*, Brufen*, Ketodol*, Synflex*, ecc.) a partire dalla settimana prima del trattamento, per diminuire il rischio di ecchimosi.
  • Trucco e makeup: è buona norma inoltre giungere struccati o struccarsi prima del trattamento.
  • Esposizione solare: per qualche ora dopo il trattamento si sconsiglia il trucco e di evitare l’esposizione solare intensa (o le lampade solari) per almeno un paio di giorni.

L’iniezione è solitamente eseguita senza anestesia.

Talvolta, in sedi particolari, è utile applicare localmente dell’anestetico topico. La tecnica varia in relazione alla sede da trattare e ai trattamenti già subiti in passato.

Sarà il medico a selezionare l’anestesia più indicata per il caso clinico.
Per diminuire la sensibilità localmente, è possibile applicare del ghiaccio spray spruzzato su di una garza sterile un attimo prima di effettuare l’iniezione in modo da attenuarne la sensazione.